Domenica, 07 Luglio 2013 00:48

Modifiche della Legge sugli affitti delle case

logo-civita

Il 5 giugno del 2013 è stata pubblicata nel Bollettino Ufficiale dello Stato, la Legge n.4 /2013, sulle misure di flessibilizazione e sviluppo del mercato degli affitti di abitazioni, con relative modifiche alla legge anteriore degli Affitti Urbani.

 

La durata minima si riduce da 5 a 3 anni, e allo scadere, e si intenderà prorogata obbligatoriamente per periodi di un anno se nessuna delle parti avesse notificato all'altra, con almeno trenta giorni di anticipo, la propria volontà di non rinnovare il contratto.

Sarà più semplice e rapido il recupero dell'immobile da parte del locatore per destinarlo a propria abitazione permanente, dopo un anno di contratto, dovrà solo comunicare con due mesi di anticipo, a mezzo notificazione, che necessita l'appartamento per destinarlo ad abitazione permanente per sé o per i suoi familiari entro il primo grado di parentela.

L'affittuario potrà recedere dal contratto in essere, in qualunque momento, successivamente ai primi 6 mesi e sempre che lo comunichi al locatore, con almeno trenta giorni di anticipo.

L'attualizzazione del reddito sarà stabilita secondo il criterio dei contraenti, e solo in assenza di patto espresso si applicherà l'indice generale nazionale del sistema dell'indice dei prezzi al consumo.

E' prevista la Creazione del Registro delle Sentenze passate in giudicato per mancato pagamento delle rate di affitto, la cui organizzazione e funzionamento sarà regolata con Real Decreto.

La finalità della creazione di questo registro è quella di offrire ai titolari di beni immobili che abbiano intenzione di affittare, le informazioni relative ai soggetti che risultano avere già precedenti per non aver compiuto le relative obbligazioni contrattuali.

Attraverso la modificazione della legge Processale Civile (LEC n 1/200) gli sfratti per morosità saranno più rapidi e il giudizio terminerà mediante decreto del Segretario Giudiziario che determinerà l'inizio delle procedure di sfratto, quando il convenuto non compaia in udienza o non ottemperi alla richiesta di pagamento. La legge prevede anche una distinzione tra contratti di affitto iscritti nel Registro della Proprietà e non iscritti, in modo tale che i non iscritti non avranno effetti di fronte a terzi.

L' obbiettivo delle modifiche è da un lato quello di flessibilizzare il mercato degli affitti, con l' obiettivo di raggiungere la necessaria dinamizzazione ed equilibrio, tra la necessità dell'abitazione in affitto e le garanzie che si debbono necessariamente offrire ai locatori affinché pongano gli immobili a disposizione del mercato degli affitti; e d'altro lato per proteggere la qualità delle destinazioni turistiche con la finalità di evitare la concorrenza sleale, e per questa ragione la riforma esclude specificatamente questa tipologia di affitti perché continuino ad essere regolati dalla normativa di settore specifica o per difetto che si applichi il Regime degli affitti stagionali.

Avvocato Civita Masone

Letto 370 volte

1 commento

  • Link al commento Gianluca Tamaroglio Sabato, 31 Agosto 2013 05:57 inviato da Gianluca Tamaroglio

    buongiorno sarei interessato ad affittare un appartamento a playa des americas los Cristianos o nei dintorni di Arona avrei mi potete consigliare qualche agenzia immobiliare(annuale)
    Grazie

    Rapporto

Lascia un commento

Assicurati di inserire le informazioni obbligatorie contrassegnate con *.

op